Ciambella soffice di Giorgia

Alla mia bambina piace molto cucinare con me, e a volte, quando i pomeriggi diventano pesanti e faticosi, una merenda fra un compito e l’altro è quella che ci vuole!

Oggi ha cucinato lei questa ciambella, facilissima da fare e molto buona, ideale appunto per l’ora di merenda o per la prima colazione.

Ingredienti:

3 uova intere

200 gr. di zucchero di canna

175 gr. di yogurt bianco greco

300 gr. di farina

150 ml di olio di semi

150 ml di latte

1 pizzico di sale

la scorza di un limone grattugiato

1 bustina di lievito per dolci

Preparazione:

mescolare con le fruste le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere lo yogurt, il latte e l’olio e in seguito la farina amalgamando bene il tutto. Per finire aggiungere sale, lievito e la scorza di limone.

Infornare e forno ventilato la torta a 145°C per 50 minuti circa.

Buonissima!!!

 

manu

Annunci

Gardaland!!!

Fotografie della meravigliosa giornata trascorsa insieme alla mia piccolina. Credo che descrivervi Gardaland sia assolutamente superfluo, perché penso lo conosciate tutti.

Vi lascio le nostre  fotografie, per quello che ho potuto immortalare! Abbiamo trascorso una giornata meravigliosa, il tempo era bello ed abbiamo avuto la fortuna, andandoci di lunedì, di aver trovato pochissima gente. Non abbiamo mai fatto code, e siamo salite su tutte le giostre (tranne ovviamente quelle non accessibili a Giorgia!).

Abbiamo organizzato la gita tramite agenzia viaggi. Il sito, per chi è piemontese come me, è quello di ChiesaViaggi. In pratica abbiamo pagato in anticipo pullman e biglietto di ingresso, sul sito si può verificare se c’è una partenza vicina alla propria città. E’ stato molto comodo perché eravamo soltanto io e mia figlia, ed essendo il parco distante circa 200 km da casa mia, proprio non mi andava di guidare!

Davvero una giornata meravigliosa!

12345678910111213141516171819

Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà 

Il gruppo Acos organizza ogni anno questa bellissima festa a cui partecipiamo sempre volentieri. Per tutte le info vi rimando al sito e vi lascio la locandina dell’evento. Per quanto riguarda noi devo dire che abbiamo passato una fantastica giornata in mezzo alla natura, partecipato ad una gara di pesca (vinta fra l’altro dalla mia bambina e non vi dico la felicità), fatto un giretto a cavallo ed assistito a tantissime gare, fra cui quella in mountain bike, pallavolo e calcio. Queste giornate sono un vero e proprio toccasana per tutti, per i bambini perché si divertono e per noi adulti che ci rilassiamo. Il tempo poi è stato dalla nostra parte, non faceva troppo caldo ma nemmeno il gelo polare dei giorni precedenti. Ovviamente per quest’anno è andata, ma se siete della zona, appuntatevi questo evento per il prossimo, non ve ne pentirete davvero!

Gara di pesca

  
        IMG_4418     IMG_0508Premiazione della vincitrice

IMG_4509 IMG_4508Passeggiata a cavallo

IMG_4471 IMG_4470 IMG_4450 IMG_4447Love

IMG_4435

IMG_4429


Domenica fra natura e relax

Poche righe e qualche fotografia per condividere la nostra domenica al fiume. Devo essere onesta, negli ultimi tempi sono molto tesa e stressata, ho molti appuntamenti, molti pensieri, sono sempre di corsa e spesso nervosa. Credo sia normale, con quello che dobbiamo fare per la casa nuova e tutto il resto. Mio marito uguale. Appena possiamo quindi, cerchiamo di staccare con la nostra solita routine immergendoci in contesti tranquilli, senza rumori e circondati dalla natura. È’ il caso di oggi al fiume. Abbiamo trascorso un pomeriggio bellissimo, che ci ha permesso di ricaricare le energie.  Giorgia poi si è divertita un sacco, e mi fa sempre piacere portarla fuori a giocare piuttosto che vederla in casa davanti alla televisione. 

E voi? Cosa vi piace fare per staccare la spina e svuotare la mente? Buona domenica a tutti! 

 

 

   

   

  

   

  

6 anni



La mia bambina oggi ha ricevuto un regalo importante per i suoi sei anni. L’affetto. L’affetto delle sue compagne di scuola che hanno scritto dei biglietti di auguri per lei e che l’hanno abbracciata e baciata appena l’hanno vista. L’affetto dei suoi nonni che l’hanno riempita di carezze, baci e (ovviamente!) montagne regali. L’affetto di tantissimi amici che hanno avuto un pensiero per lei, una chiamata o un messaggio, davvero sono stati tantissimi. L’amore infinito dei suoi genitori che sono tanto tanto orgogliosi di lei e onorati di poterla accompagnare in questo suo cammino di vita, un cammino che ogni bimbo merita di fare colmato di affetto e amore. 

Ringrazio davvero tutti per questa giornata così piena di buoni sentimenti. È stata importante per lei. E anche per noi.

Le prime volte

Quanto sono belle le prime volte?  Quanto sono importanti? Forse moltissimo, forse a volte, poco contano, ma di sicuro sono momenti che restano impressi nella memoria di ognuno di noi. Per esempio ricordo benissimo la prima volta in cui sono andata a ballare, o la prima volta che ho visto mio marito, o la prima volta che ho fatto un colloquio di lavoro… Potrei andare avanti all’infinito credo…. Se poi si è mamme, le prime volte dei tuoi figli ti si appiccicano addosso come qualcosa di indelebile e ti provocano emozioni fortissime. Ho iscritto Giorgia a nuoto, ed oggi pomeriggio e’ stata la sua prima lezione ufficiale. Uscendo di casa mi ha confessato di essere molto emozionata, ma felice al tempo stesso. È stato bello vederla intrufolarsi timidamente in mezzo agli altri, avvolta nel suo accappatoio rosa e le sue ciabattine blu. Ho potuto assistere dal vetro ai primi dieci minuti di riscaldamento, poi Giorgia mi ha salutata contenta e si è diretta, per mano con l’istruttrice, verso la piscina, dove non è possibile vedere i bambini mentre si allenano. Ho atteso un po’ ansiosa che la lezione finisse, e sono ritornata a riprenderla davanti a quel vetro, speranzosa è preoccupata al tempo stesso, perché le prime volte si sa, sono imprevedibili, possono entusiasmarti, ma possono anche spaventarti, o non piacerti, o buttarti giù… Per fortuna la mia piccolina e’ ritornata sorridente e felice, soddisfatta della sua prima lezione. Mi ha detto: “Sai mamma, nuotare e’ un po’ come volare, e’ bellissimo, ci voglio andare per sempre”.

Questa prima volta, la ricorderò, ne sono certa, come un giorno speciale. 



Scuola Elementare arriviamo!!!!!

Ieri e’ arrivato sul mio cellulare il messaggio che tanto attendevo: la conferma all’iscrizione di Giorgia alla scuola primaria, fatta il gennaio scorso. Saranno frasi fatte, ma sembra ieri che la tenevamo in braccio e le cambiavamo i pannolini, e oggi ci ritroviamo a pensare quale cartella, astuccio o diario scegliere. Penso che a settembre sarà una grandissima emozione vederla entrare a scuola, sia per noi che per lei ovviamente; mi chiedo se traslocare proprio nello stesso periodo (almeno me lo auguro!)  quindi sottoporla a due grandi cambiamenti così importanti, non la scombussoli troppo. Naturalmente faremo tutto il possibile per starle vicino e affrontare insieme questa fase delicata. 

Approfitto per indicarvi la procedura per fare questa benedetta iscrizione alla Scuola Primaria dell’Infanzia (fa effetto vero)????

Collegarsi al sito Istruzione.it, dato che la domanda può essere fatta esclusivamente on-line. Per chi non potesse accedere alla rete, e’ possibile usufruire dell’assistenza alla compilazione del modulo presso l’ufficio di competenza (bisogna informarsi presso la scuola, che vi darà tutte le informazioni necessarie; se il bambino frequenta l’asilo chiedete alla maestre è sicuramente sapranno indirizzarvi correttamente sul da farsi). 

Attenzione ai tempi: le iscrizioni vanno fatte tassativamente fra metà gennaio e metà febbraio dell’anno in cui il bambino inizierà la scuola.

Per procedere alla compilazione on-line  munitevi di tutti i documenti di identità relativi ai componenti familiari, dei  codici fiscali, e importantissimo, del codice della scuola nella quale iscriverete il bambino. Dove si può reperire? Sicuramente sul sito del circolo scolastico di cui farete parte  (io l’ho trovato li). Risponderete ad una serie di domande relative ai vostri dati personali, allo ore di frequenza che deciderete di fare, ai rientri pomeridiani, alla mensa, etc. Inoltre dovrete segnalare altre due scuole limitrofe, in caso non ci sia posto presso l’istituto che avete scelto in partenza. Dopo una mezz’oretta circa avrete concluso la vostra domanda da iscrizione. A questo punto non resterà che inviarla e attendere una risposta.

I tempi? Io ho fatto la domanda il 15 gennaio e ho avuto la conferma ieri, 28 febbraio, quindi non allarmatevi se la risposta non arriverà subito.

Questo è l’iter. Non mi sembra ancora vero che la mia bambina sia già così grande!