Il mio #ptit di fine anno… e auguri!

Oggi si conclude, a malincuore direi, l’edizione 2012 di Ptit. Non penso ci sia bisogno di spiegare di che cosa si tratta, ma per tutte le info ecco la pagina dedicata all’evento creato dalla mitica Camilla. Credo che non ci sia mese più azzeccato di dicembre da dedicare a questo piccolo scambio di scatti fotografici, uno al giorno, in particolare per me, perchè è davvero un mese denso di “eventi…” Ecco il mio #Ptit2012 sul mio Instagram e qui sotto ogni scatto commentato brevemente…
 

Logo P’tit: si comincia!!!!

1 dicembre: segnalibri e piccoli feticci legati ad una delle mie passioni di sempre, la lettura.
2 dicembre:una farfalla argentata sta portando l’aria magica del Natale.
3 dicembre:decorazioni natalizie a casa della mia mamma.
4 dicembre: un freddo cane, e il pupazzo di neve che si ripara in casa!
5 dicembre: letterine a Babbo Natale scritte! Andiamo subito a spedirle!!!
6 dicembre: anniversario di matrimonio. 4 anni.
7 dicembre: tiriamo fuori gli addobbi dagli scatoloni…
8 dicembre: … e facciamo l’albero di Natale!
9 dicembre: auguri a mio marito Marco, buon trentanovesimo compleanno!!
10 dicembre: i nostri biglietti personalizzati in preparazione!
11 dicembre: i taccuini di Zelda Was a Writer finalmente a casa mia!
12 dicembre: I love cats!
13 dicembre: momento cioccolata con panna…
14 dicembre: arriva a casa anche il mio regalo di Natale. Il kobo.
15 dicembre: ogni niente fotografie. Dopo aver appreso della strage in Connecticut di ieri, non riesco ad essere felice.
16 dicembre: un pranzo speciale a casa di amici speciali.
17 dicembre: un regalo speciale fatto da un’amica speciale.
18 dicembre: le passioni di mia figlia.
19 dicembre: ghirlanda by night.
20 dicembre: recita scolastica e un albero di Natale fatto con i nomi dei bambini.
21 dicembre: addobbi e dolcetti everywhere!
22 dicembre: planning menù!
23 dicembre: felicità alla stato puro…
24 dicembre: oggi ho cucinato quasi tutto il giorno…
25 dicembre: i libri sono il miglior regalo di sempre.
26 dicembre: pranzo dagli zii.
27 dicembre: i gufetti della mamma.
28 dicembre: il mio micione Attila.
29 dicembre: sorpresina per Marco, crostata con la Nutella!
30 dicembre: ciao Rita!
31 dicembre: il mio primo cupcake. Al lavoro per la cena di questa sera!
 
 
Questo è stato il mio dicembre. E’ stato un mese meraviglioso, in un anno trascorso con le briglia un pò tirate in un momento così difficile per il nostro bel Paese. Avere una figlia però, ti riempie sempre la mente e il cuore di speranza, gioia e aspettative per il domani, ed è questo che auguro a tutti voi per l’anno che verrà, insieme ad una salute di ferro e a tutto ciò che desiderate.
Grazie per essere stati con me quest’anno.
Grazie con tutto il cuore.
 
Ci vediamo il prossimo anno!
 
 
 
 
Annunci

Il regalo per le maestre

Alla velocità della luce, ma la fine del primo anno di scuola materna è arrivata. Oggi. Ultimo giorno di scuola, anche se Giorgia da lunedì frequenterà il centro estivo (non è ancora proprio proprio finita…) Per ringraziare le maestre, io e mia figlia abbiamo pensato a una cosa carina rigorosamente “hand made”: i bastoncini per il giardinaggio. L’ispirazione nasce da qui: si tratta di bastoncini di fimo, timbrati con il nome di una pianta aromatica, cotti in forno e solidificati, da poter poi piantare in un vasetto insieme alla piantina stessa, che così diventa personalizzata e immediatamente riconoscibile, anche dai più piccini… Come per il regalo dello scorso Natale, io e la piccola abbiamo creato qualcosa insieme, di personale e personalizzato, che ci ha permesso di divertirci e imparare qualche cosa di nuovo. Insieme ai bastoncini, una fotografia di Giorgia che mi piace tantissimo: una corsa verso la vita, la libertà, il sapere, il crescere… a cui le maestre contribuiscono ogni giorno con tanto lavoro, amore e impegno.
Un grazie a Laura, Cinzia, Stefania e Tiziana.
Ci vediamo a settembre!!!!

Caro 2011 ti scrivo

Caro 2011 ti scrivo,

un pò per tradizione (qui e qui) e un pò perchè ne sento il bisogno… Un bilancio è doveroso dopo un lungo anno trascorso insieme, io, te, la mia famiglia, i miei pensieri e i miei progetti. Vorrei dirti tante cose che si trovano rinchiuse nel mio cuore e nella mia testa, ma credo che siano troppo intime per scriverle e che resteranno segretamente custodite fra me e te.
Intanto grazie, per tutto quello che mi hai portato, soprattutto per le nuove vite, i bambini che amiamo così tanto e che hanno arricchito la nostra famiglia e le nostre giornate in modo così speciale… Grazie per Nicolò, il bambino più bello del mondo, grazie per Matteo e per la sua mamma Daniela, una delle amiche migliori che abbia mai avuto, una persona davvero speciale a cui voglio un mondo di bene e anche se non riesco sempre a starle vicina come dovrei, lei sa che è sempre nel mio cuore. Grazie per il piccolo Edoardo e per la gioia negli occhi della sua mamma e del suo papà ogni volta che lo guardano, e grazie per l’ultima nata, la piccola Letizia, che è una meraviglia della natura e che insieme a Michela e Sergio ci fa sentire ogni giorno ancora più a casa nostra.
Grazie a quest’anno fantastico trascorso con mia figlia Giorgia, perchè vederla crescere imparando a muoversi, a parlare e a chiedere i suoi mille perchè, è stato semplicemente meraviglioso. Imparare a starle vicino e aiutarla nel suo percorso insieme a mio marito è l’esperienza più profonda e significativa delle nostre vite, anche se estremamente impegnativa e faticosa. E grazie anche per lui, per mio marito, a tratti un bambino giocherellone e inaffidabile , ma certamente un uomo forte e capace di farmi sentire sempre sicura di noi, perchè sempre al mio fianco.
Grazie per le mie tre Claudie, che sono un regalo, una certezza e una sorpresa. La prima, mia cugina, un regalo: perchè l’ho ritrovata lo scorso annol’ho rivista nel corso di questo e perchè so che c’è, so dov’è e so che cosa fa ed è bellissimo avere la certezza di poterla abbracciare dopo tantissimi anni trascorsi a pensarla e farmi mille domande su di lei. La seconda, la mia collega, una certezza. La certezza della nostra amicizia, del suo sguardo complice appena alzo gli occhi dalla mia scrivania e incontro il suo, delle nostre risate, dell’intesa perfetta che abbiamo. Quest’amicizia è la mia certezza, con la certezza che continuerà. La terza: una vera sorpresa! La mia Claudietta conosciuta per caso sul web, ma non troppo per caso, che finalmente ho incontrato di persona, e di cui, un giorno, forse, vi racconterò…
Grazie per Paola, la mia migliore amica. Grazie perchè lei è Paola, la mia migliore amica.
Grazie a tanti blog amici, alle nuove amicizie strette in rete, e grazie in particolare a Camilla di ZeldaWasAWriter, in assoluto il mio blog preferito, per allietare ogni mia mattinata con i suoi racconti sempre pieni di gioia, buon umore e sentimenti purissimi.
E’ scontato caro 2011, ringraziarti per la salute che ci hai dato e per la mia famiglia, mia madre e mio padre che mi sono sempre stati vicini e che mi hanno dato una mano enorme nel gestire la mia vita giorno dopo giorno.
Poco tempo fa, ti sei portato via mio nonno e di questo non ti ringrazio affatto, ma devo accettarlo e pensare che hai fatto soltanto il tuo dovere. Spero che ora mi stia guardando da lassù con la mia adorata nonnina che si è portata via il 2009 e che insieme stiano ascoltando un brano di Michael Jackson o di Amy WineHouse, anche se sono certa che i loro gusti musicali siano ben differenti e lontani dai miei.
Ti ringrazio per tutto caro 2011 ed auguro a tutti un anno meraviglioso.

Caro 2010 ti scrivo….

 Caro 2010 ti scrivo… ormai questa sta diventando una tradizione quasi consolidata, ma devo dirti che mi piace molto fare il bilancio dall’anno ormai trascorso… Bè, che cosa dire??? Mi hai regalato davvero tantissime emozioni ed esperienze di vita, stati d’animo diversi, momenti di euforia e attimi di depressione più totale, paura di non farcela e gioia di vivere.
In questo anno ho visto mia figlia crescere ogni giorno di più, imparare a camminare, parlare e interagire con noi. Ho imparato a interpretare il suo sguardo e capirla al volo, ho imparato a tornare bambina e a guardare il mondo attraverso i suoi grandi occhioni, ho imparato a giocare con lei e a divertirmi come non mai. Mi sono anche immersa nel magico mondo dei bambini attraverso l’asilo nido, con i suoi giochi, le sue attività e le sue tante festicciole. Sono diventata più mamma crescendo e confrontandomi con altre mamme come me, chi più esperte, chi meno, chi reali, chi “virtuali” ma altrettanto presenti ed importanti. In questo anno sono diventata anche più moglie, più capace di gestire la mia famiglia, la casa e mio marito. Essere genitori ci ha sicuramente unito come coppia, ma non nascondo momenti difficili fatti di litigate ed incomprensioni e la immancabile nostalgia di essere ancora in due, come ai vecchi tempi… E’ bellissimo costruire insieme un progetto comune e lavorarci con tanto amore e tanta passione, ma quanta fatica e spirito di sacrificio quest’anno!!!! E a proposito di lavoro… nel 2010 ho ripreso anche quello, incontrando inizialmente molte difficoltà di organizzazione, dato la mia nuova figura moglie-mamma-donna-lavoratrice, da gestire, ma che mi ha dato senza dubbio uno sprint in più facendomi per forza di cosa uscire di casa e costringendomi a non essere soltanto mamma. Il lavoro mi ha anche condotto ad una persona meravigliosa con la quale è nata una splendida amicizia, di quelle che raramente riescono a nascere in ufficio. Di questo sono particolarmente felice. In questo anno sono diventata più donna, più responsabile, più consapevole dei miei limiti e delle mie potenzialità, più determinata e sicura di me stessa. 
Questo, caro 2010, è stato un anno di “potenziamento” per me, per la mia famiglia, per gli affetti a noi cari. E’ stato un anno molto duro e faticoso, sia dal punto di vista fisico, mentale ed anche economico, ma che di sicuro ci ha ripagato sotto molti aspetti. Questo è stato un anno doloroso e nostalgico, perchè la nonna mi manca ancora da morire, e vivo la sua mancanza ancora come se  tutto fosse accaduto ieri… Questo è stato un anno pieno di emozioni e di gioie per tutti i bimbi nati nel 2010 a cui vogliamo bene, e di l’emozione per i bimbi che presto arriveranno e che entreranno a far parte delle nostre vite.
Quindi ti voglio ringraziare caro 2010 per tutti questi giorni trascorsi insieme, che purtroppo non torneranno più, per i meravigliosi ricordi che mi lascerai alle spalle e per tutti i giorni che verranno, per la mia famiglia, per le amicizie nuove e quelle consolidate, per i bambini che contornano la nostra vita di felicità, per la salute che ci hai dato, per la vita insomma…. Spero che il 2011 sia buono e magnanimo come lo sei stato tu, e davvero pieno di amore per tutti!!!!
Addio caro vecchio 2010, grazie con tutto il cuore.