10 mosse per insegnare ai bambini una lingua straniera (Post in collaborazione con ProntoPro)

di Riccardo Nava

Non è mai troppo presto per imparare una lingua straniera. Per i genitori la scelta ricade comunemente sull’inglese, ma a prescindere dalla lingua prescelta ci sono alcuni accorgimenti da seguire per un apprendimento efficace e divertente.

Tutti i genitori desiderano aiutare i propri bambini ad imparare una o più lingue straniere. Non sempre però è facile, i bambini vanno seguiti durante l’apprendimento e spesso sembrano non essere interessati e poco coinvolti. 

Ecco 10 mosse per permettere ai vostri bambini di conoscere la lingua senza spendere una fortuna, facendoli divertire e rendendo l’apprendimento un gioco.

1. Innanzitutto si può provare assumendo una ragazza alla pari. Ci sono varie agenzie on line per trovare un’au pair. Tutto ciò che occorre è una paghetta mensile, una stanza in più e la capacità di entrare in contatto con una cultura diversa. Questo aiuterà il bambino non solo ad apprendere una nuova lingua ma anche a confrontarsi con una cultura diversa;

2. In alternativa se non si ha una stanza in più per gli ospiti, si può provare con una baby sitter straniera che viva in Italia, che solitamente avrà lo stesso costo di una baby sitter italiana. Bisogna assicurarsi che possa rimanere in Italia per il tempo sufficiente ad aiutare il bambino ad apprendere la lingua e che parli sempre e solo la lingua concordata quando interagisce con vostro figlio;

Queste prime due alternative sono altamente consigliate, sopratutto perchè le lingue vanno apprese da altre persone, attraverso l’interazione, e non da computer, come spesso capita nelle scuole. Questo non vuol dire che il sostegno della tecnologia in questo campo non sia utile! Di fatto sono molti i programmi online utilissimi per apprendere le lingue e molti di questi sono pensati esclusivamente per i bambini.

3. Aiutate il vostro bambino ad imparare sempre nuovi vocaboli riempiendo la casa di targhette ed oggetti con nomi in inglese. Leggendole tutti i giorni, i bambini memorizzeranno nuove parole e saranno agevolati durante i dialoghi in lingua inglese;
4. Sfruttare qualsiasi momento per rendere l’apprendimento un gioco. Per esempio, il momento della spesa o dello shopping possono trasformarsi in un gioco divertente: quando entrate in un negozio o in un supermercato giocate a cercare parole in inglese oppure provate a tradurre il nome delle cose che acquistate in inglese;
5. Come già detto, un grande aiuto arriva dalla tecnologia: le applicazioni per aiutare i vostri bambini a imparare l’inglese sono tantissime e i vantaggi di metodi di supporto all’apprendimento sempre a portata di mano sono indubbiamente numerosi;
6. Un’ottima idea è quella di coinvolgere tutta la famiglia nelle attività volte all’apprendimento della lingua. Basta scegliere un momento della settimana in cui tutta la famiglia parla inglese, questo vi aiuterà non solo ad avvicinare i bambini alla lingua straniera ma anche ad avere un ottimo momento di condivisione familiare;
7. I bambini non possono imparare tutto e subito, quindi non pretendete di vedere risultati immediati, questi saranno progressivi ed evidenti negli anni successivi. Nella prima fase l’apprendimento sarà molto rapido, poi rallenterà in maniera drastica;
8. I viaggi e le vacanze in famiglia possono essere un ottimo modo per mettere i bambini in contatto con diverse lingue e culture; 
9. Nella fase iniziale non è importante che il bambino capisca: è importante che impari a percepire i suoni e a distinguerli da quelli della lingua madre. Quindi è molto utile l’ascolto di musica e storie, cartoni animati e fiabe. La fonetica, in questa fase, è più importante di ogni regola grammaticale o sintattica; 
10. E’ fondamentale insegnare al bambino a pensare davvero in maniera bilingue. Per questa ragione anche nell’ambiente scolastico occorre farsi aiutare dagli insegnanti affinché l’insegnamento delle lingue straniere sia fatto in maniera seria e di qualità;
11. Ricordiamoci infine che il segreto di un insegnamento precoce è essenzialmente racchiuso in due parole: spontaneità e divertimento!

 

Annunci

Un libro per ribelli 

A consigliarvi questo libro meraviglioso (Storie della buona notte per bambine ribelli) siamo io e la mia bambina. Che tutte le sere, prima di dormire,  leggiamo insieme una di queste cento fantastiche storie, che non sono fiabe ma biografie incredibili di vita vissuta, di donne strepitose che sono diventare pittrici, ballerine, ricercatrici, spie, first lady, cantanti….

Questo libro è’ uscito da pochissime settimane in Italia e sta avendo uno strepitoso successo. Le autrici, Elena Favilli (giornalista ed imprenditrice) e Francesca Cavallo (autrice e regista di teatro) lo hanno scritto prima in inglese e poi tradotto in italiano. Le fanciulle delle loro storie, sono eroine vere, donne realizzate grazie al loro impegno e alla loro caparbieta’; un bellissimo esempio per tutte le nostre piccole principesse. Il libro e’ meraviglioso: le biografie di queste donne scritte sotto forma di favola della buona notte, accompagnate tutte da illustrazioni fantastiche  realizzate da diverse artiste.

Il libro ha avuto un enorme successo in oltre settanta paesi, e’ edito da Mondadori e costa circa 19€. Credo che la bellezza di queste libro sia pienamente descritta dalle fotografie. Io ve lo straconsiglio, anche se non avete bambine, e’ senz’altro un pezzo da avere assolutamente nella nostra libreria.

A mia figlia e’ piaciuto tantissimo da subito, vuoi per i disegni meravigliosi, vuoi per la facilità di lettura del libro. Le piace immedesimarsi ogni volta e diventare una sera una ballerina, o un’altra sera  una paleontologa piuttosto che una cuoca. Davvero una lettura azzeccatissima per le più piccole, spero lo realizzino anche per i maschietti perché acquisterò senz’altro anche quello.


E voi? Fatemi sapere se anche voi lo avete acquisitato e se vi è piaciuto.

Kids Id Band, braccialetto di sicurezza

Ho fatto un acquisto intelligente su Amazon che volevo condividere con voi, anche se questo prodotto lo sconoscerete senz’altro meglio di me! A me capita sempre, quando viaggio, o soltanto in occasioni di piccole gite di un giorno, di essere in ansia di perdere mia figlia. Che mi possa sfuggire anche solo per un momento di mano o di vista e temo ovviamente il peggio, come credo tutte le mamme. Mi capita soprattutto in luoghi estremamente affollati. Lunedì prossimo io e Giorgia andremo a Gardaland senza il papà, sarà esclusivamente mia responsabilità tenerla d’occhio. Ho quindi acquistato questo set da tre braccialetti su Amazon al costo di 9,99 €.

61LqgP-8sKL__SL1417_

La chiusura intelligente del bracciale fa si che il bambino non se lo possa togliere così facilmente da poterlo sfilare e perderlo in qualsiasi momento. Sul bracciale vanno scritti il nome del bambino e il numero di cellulare da chiamare in caso di smarrimento del piccolo.

71a9ILjLavL__SL1500_81QWAsd4iRL__SL1500_

81RaTmI7uQL__SL1500_

E’ sottinteso che non si dovrebbe mai e poi mai perdere un bambino dal proprio controllo, ma io non mi sento una persona infallibile e anche se il mio subconscio e’ certo che a me non accadrà mai, penso comunque, che se dovesse succedere, la cosa più intelligente da fare sarebbe quella di fornire al bambino i dati necessari per ritrovarlo. Non siamo infallibili. Cerchiamo di esserlo e facciamo del nostro meglio. Sempre.

 

Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà 

Il gruppo Acos organizza ogni anno questa bellissima festa a cui partecipiamo sempre volentieri. Per tutte le info vi rimando al sito e vi lascio la locandina dell’evento. Per quanto riguarda noi devo dire che abbiamo passato una fantastica giornata in mezzo alla natura, partecipato ad una gara di pesca (vinta fra l’altro dalla mia bambina e non vi dico la felicità), fatto un giretto a cavallo ed assistito a tantissime gare, fra cui quella in mountain bike, pallavolo e calcio. Queste giornate sono un vero e proprio toccasana per tutti, per i bambini perché si divertono e per noi adulti che ci rilassiamo. Il tempo poi è stato dalla nostra parte, non faceva troppo caldo ma nemmeno il gelo polare dei giorni precedenti. Ovviamente per quest’anno è andata, ma se siete della zona, appuntatevi questo evento per il prossimo, non ve ne pentirete davvero!

Gara di pesca

  
        IMG_4418     IMG_0508Premiazione della vincitrice

IMG_4509 IMG_4508Passeggiata a cavallo

IMG_4471 IMG_4470 IMG_4450 IMG_4447Love

IMG_4435

IMG_4429


Pasquetta fra natura e relax

“Si tratta di un giardino che consente a chi ama la natura di entrare in contatto ravvicinato con alcuni dei suoi fenomeni più segreti, senza sottoporsi ad addestramenti particolari e ad estenuanti attese, e senza possedere attrezzature e conoscenze che sono prerogativa di pochi professionisti. Fra l’altro, senza infastidire popolazioni di animali selvatici.” Sono pienamente d’accordo su questa descrizione, che trovate sul sito dell’Oasi di Sant’Alessio, vero paradiso naturale, a sei chilometri da Pavia. Oggi abbiamo passato una Pasquetta all’insegna della natura e del relax, fra le varie specie di uccelli e molte altre che si possono trovare qui in quest’oasi meravigliosa, delle passeggiate, del cibo al sacco e della famiglia. Il tempo ha permesso che fosse davvero una giornata perfetta, inutile dirvi quanto si sia divertita mai figlia. Per me e mio marito è stato un vero toccasana, una giornata dedicata soltanto a noi, senza pensieri e preoccupazioni di troppo. Per tutte le info vi rimando al sito, io vi lascio con qualche fotografia scattata oggi pomeriggio e vi consiglio, se siete delle nostre parti, di fare una visita a questo parco naturale perché lo merita davvero.

   

       

 













    

 
 
  

   

   

  

Scuola Elementare arriviamo!!!!!

Ieri e’ arrivato sul mio cellulare il messaggio che tanto attendevo: la conferma all’iscrizione di Giorgia alla scuola primaria, fatta il gennaio scorso. Saranno frasi fatte, ma sembra ieri che la tenevamo in braccio e le cambiavamo i pannolini, e oggi ci ritroviamo a pensare quale cartella, astuccio o diario scegliere. Penso che a settembre sarà una grandissima emozione vederla entrare a scuola, sia per noi che per lei ovviamente; mi chiedo se traslocare proprio nello stesso periodo (almeno me lo auguro!)  quindi sottoporla a due grandi cambiamenti così importanti, non la scombussoli troppo. Naturalmente faremo tutto il possibile per starle vicino e affrontare insieme questa fase delicata. 

Approfitto per indicarvi la procedura per fare questa benedetta iscrizione alla Scuola Primaria dell’Infanzia (fa effetto vero)????

Collegarsi al sito Istruzione.it, dato che la domanda può essere fatta esclusivamente on-line. Per chi non potesse accedere alla rete, e’ possibile usufruire dell’assistenza alla compilazione del modulo presso l’ufficio di competenza (bisogna informarsi presso la scuola, che vi darà tutte le informazioni necessarie; se il bambino frequenta l’asilo chiedete alla maestre è sicuramente sapranno indirizzarvi correttamente sul da farsi). 

Attenzione ai tempi: le iscrizioni vanno fatte tassativamente fra metà gennaio e metà febbraio dell’anno in cui il bambino inizierà la scuola.

Per procedere alla compilazione on-line  munitevi di tutti i documenti di identità relativi ai componenti familiari, dei  codici fiscali, e importantissimo, del codice della scuola nella quale iscriverete il bambino. Dove si può reperire? Sicuramente sul sito del circolo scolastico di cui farete parte  (io l’ho trovato li). Risponderete ad una serie di domande relative ai vostri dati personali, allo ore di frequenza che deciderete di fare, ai rientri pomeridiani, alla mensa, etc. Inoltre dovrete segnalare altre due scuole limitrofe, in caso non ci sia posto presso l’istituto che avete scelto in partenza. Dopo una mezz’oretta circa avrete concluso la vostra domanda da iscrizione. A questo punto non resterà che inviarla e attendere una risposta.

I tempi? Io ho fatto la domanda il 15 gennaio e ho avuto la conferma ieri, 28 febbraio, quindi non allarmatevi se la risposta non arriverà subito.

Questo è l’iter. Non mi sembra ancora vero che la mia bambina sia già così grande!  

La festa di Halloween (un sacco di fotografie!!!)

Ultimo, ma doveroso post dedicato ad Halloween, ovvero la festa di sabato sera, perché non lo abbiamo festeggiato giovedì, avendo bimbi piccoli ed avendo lavorato… insomma saremmo stati troppo stanchi!!! Inutile dirvi, come al solito, quanto si sono divertiti in piccoli mostri, e quanto siamo stati bene tutti insieme. Quindi lascio che siano le immagini a parlare, della festa e della mia casa, che quella sera si è letteralmente trasformata!!!!
(Preparatevi perché le foto sono tantissime…)
 
Io scema
 

 

 
Il ritorno di Jack O’Lantern (grazie papa’)
 

 
My scary house!
 

 

 
Party time!
 

 

 
Ho postato davvero tantissime foto!!!! Se non vi bastassero il resto sul mio Flickr.
Spero che il vostro Halloween sia stato fantastico quanto il nostro!

Un fantastico week end

In questo fantastico week-end lungo (lungo perché io e Marco ci siamo concessi il lusso di un venerdì e un lunedì di ferie INSIEMEnon succede maiiiiii!!!) abbiamo fatto un sacco di cose fantastiche! Niente da dire, uno dei migliori week end degli ultimi tempi!
 
Venerdì
Torino – Salone Internazionale del Libro 2013 – Come tutti gli anni, ormai, questo è un appuntamento fisso a maggio, per noi che adoriamo leggere. Tante cose da vedere, troppo poco tempo e gambe tanto tanto stanche. Quest’anno, utilizzando per leggere anche l’e-reader Kobo, ho prestato particolare attenzione al mondo degli ebook, che a me è ancora quasi completamente sconosciuto. Sto imparando però, anche se la magia del libro non me la toglie nessuno. Tanta bella gente, tanti incontri interessanti, un appuntamento durato poco, ma importantissimo… 
 

Sabato
Giornata passata in famiglia per festeggiare i due anni del cuginetto Nicolò. Auguri cucciolotto, ti vogliamo un mondo di bene!!! Stai diventando un super monello come la mia Giorgina, ma va bene così. Vedervi giocare tutti insieme ci riempie il cuore di gioia. Siamo orgogliosi di voi! Auguri amore.
 

Domenica
Bellissima, in Alessandria, la XIX Festa di Borgo Rovereto, fra bancarelle, balli, giochi, “street food”, bambini e divertimento.
Qui in piazza abbiamo avuto il piacere di trascorrere un po’ di tempo insieme ai ragazzi del VIP ALESSANDRIA, abbiamo avuto modo di conoscerli un po’ meglio di quanto li conoscessimo già (a breve un post su di loro). Fantastici!!!
 

Dopo la festa abbiamo liberato l’energia, i sorrisi e…. l’aquilone! approfittando di una giornata ventosa lo abbiamo fatto svolazzare per buona parte del pomeriggio divertendoci come pazzi.
Immaginatevi l’entusiasmo di mia figlia, per la prima volta alle prese con questo fantastico gioco.
 

Lunedì
A conclusione di questo fantastico fine settima non avrei potuto chiedere di meglio. Rivedo lei e i bambini e non vi dico quante emozioni abbia provato… Affetto, amore, gioia, tristezza, mancanza, nostalgia, orgoglio, ricordi… 
 
Grazie per la bella giornata.
Lo sai che vi penso sempre tanto e che vi voglio bene.  

 
Che ne pensate, non è stato davvero un fantastico week end il nostro????