MERRY XMAS!

Annunci

Biglietti di Natale personalizzati

 
Il Natale si avvicina ed il tempo è sempre poco… Noi siamo immersi nella frenesia dei preparativi, delle feste, dei pranzi e dell’arrivo di Babbo Natale e, naturalmente dei regali. Come l’anno scorso, anche quest’anno, abbiamo deciso di personalizzare tutti i nostri pacchettini con qualche cosa di home made. Abbiamo realizzato dei biglietti personalizzati…
Questi bigliettini sono composti da 1)una fotografia di mia figlia, abbellita con una cornice natalizia fatta a pc, stampata e plastificata, 2) un bigliettino di carta (stampato su un foglio unico di cartoncino “bristol” in tante copie, poi tagliato e rifilato a dovere)con uno dei tanti meravigliosi biglietti di Natale che si possono trovare on line (nel mio caso ho perso la fonte, ma prometto di recuperarla e inserirla qui!!!). Il bigliettino è stato personalizzato con i nomi dei destinatari timbrati con i timbri acquistati da Mondo Fai da Te. 3) Una piccola pallina color oro e 4) un nastrino. In questo modo il biglietto diventa una pallina di Natale da appendere all’albero.
Spero vi piacciano!!! E viva l’hand made!!!!
 
 
 
 



 

Un packaging molto personalizzato

1. Stampare su carta A4 normale o fotografica, le vostre immagini preferite. Io ho optato per quelle di Giorgia fatte apposta per Natale, con tanto di capello rosso e corna da renna, perchè ciò che dobbiamo impacchettare è il pensierino per le maestre, quindi qualcosa di strettamente legato a mia figlia.
2. Ritagliare la carta in eccedenza, se il regalo è di piccole dimensioni (peccato sprecare una carta natalizia così particolare!).
3. Abbellire il pacchetto con nastrini, ciondoli, biglietti vari…. Io ho utilizzato dei piccoli sali da bagno a forma di caramella, dei nastri riciclati color avorio ed i bigliettini di auguri personalizzati, fatti con SmileBox, prima stampati e poi plastificati.
A parte la pessima qualità delle fotografie, non vi pare un’idea originale per impacchettari i vostri doni?

Points of view…. (bilancio)

Questi sono soltanto alcuni regali ricevuti da mia figlia…. Non li ho cercati tutti perchè in effetti ci avrei impiegato tutta la giornata…. La sera del ventiquattro, dopo aver messo a letto la bimba, ho disposto sotto l’albero e sopra il tappeto di casa tutti i pacchetti… Devo dire che il pavimento del salotto era pieno di regali: ho chiamato mio marito Marco, entusiasta del lavoro fatto e felice, pensando alla reazione di Giorgia l’indomani mattina. Al contrario di me, Marco ha reagito con sdegno e disapprovazione dicendo: “E’ una vergogna. Per essere giusti dovremmo dare la metà dei regali a chi ne ha bisogno. Ci sono un sacco di bambini che non riceveranno niente.” Ci sono rimasta davvero male, anche se ciò che aveva detto era sacrosanto. Ho risposto che dovremmo essere felici perchè tutti qui regali non erano nient’altro che manifestazioni di affetto nei confronti di nostra figlia ed essere grati a tutte le persone che si erano ricordate di lei…. Il Natale sicuramente ha perso molto di spiritualità per fare posto al consumismo più sfrenato e credo che sia questa la parte più brutta della festa. Però sta a noi genitori far rivivere anche quell’atmosfera magica e religiosa che purtroppo con gli anni si è persa; non credo che questo aspetto sia influenzato dal numero dei regali che il bimbo riceve, ma piuttosto (e come al solito direi) dalla nostra educazione. Con questo di sicuro ci ricorderemo di chi purtroppo è più sfortunato di noi, come abbiamo fatto durante tutto lo scorso anno e non solo in occasione delle festivistà: sinceramente trovo che ricordarsene solo a Natale sia un pensiero un pò ipocrita…. (Chiedo scusa a mio marito per questo pensiero……)