Tag: la mia bio wishlist list 2015

  • Create un post sul blog in cui scrivete la vostra BIO WISHLIST 2015, potete citare qualsiasi tipo di prodotto, cosmetico o alimentare, l’importante è che sia bio o con buon inci;
  • Citate il blog da cui è partito il TAG e il blog da cui vi è arrivato l’invito;
  • Taggate almeno 7 blog e avvisateli di averli taggati.

Si può anche partecipare su Instagram usando l’hashtag #lamiabiowishlist2015 e taggando il profilo da cui proviene il tag @apricotskin ed anche quello da cui proviene l’invito: in questo caso @imanu77.

Devo dire che ho selezionato molti prodotti che sono curiosa di provare, perché mi piace  scoprire sempre cose nuove. Mi sono avvicinata al bio da poco tempo, devo essere sincera,ma ho già testato parecchie cosine, di vario genere, anche alimentare che mi sono piaciute davvero tanto.  Ed ecco la mia lista dei desideri per quanto riguarda i prodotti bio!

Capelli

  

 Edit  

Viso

    

  

Labbra

 

 

Corpo

 

      

Make Up

  

Tisane

 

  

  

Cibo

  

Questi sono i prodotti che spero di poter provare quest’anno. So bene che sono tantissimi ma sono incuriosita da tutti quasi in egual modo! 

Chiunque legga questo post si senta taggato e libero di partecipare! Se vi fa piacere lasciatemi in link alla vostra bio wishlist, così da poter prendere qualche idea interessante! A presto.

Annunci

 ♥Progetto casa♥: il mutuo 

In questi giorni è partito l’iter burocratico per la richiesta del mutuo. Preparate anche gli esami del sangue: potrebbero servire anche quelli! Scherzi a parte, ci sono un sacco di documenti da presentare, poi certo, dipende dal tipo di mutuo che andrete a stipulare con la banca, se avete già l’immobile, lo dovete acquistare o soltanto  ristrutturare. Nel mio caso, entrambe le cose, non ci siamo fatti mancare niente. La mia poi, è una situazione un pochino delicata da trattare: acquisterò lo casa dai miei genitori, in quanto di loro proprietà, di cui però è ancora usufruttuario il nonno, che però non abita più li. I miei genitori mi venderanno quindi la casa, e il nonno mi venderà il suo usufrutto. Ma se la casa e’ dei miei, perché non fare la donazione invece della vendita? Perché la banca non concederebbe il mutuo, in quanto con la donazione, il donante stesso avrebbe diritto a riprendersi la proprietà donata per almeno vent’anni, e la banca quindi non avrebbe sufficienti garanzie. Ho studiato dai, riconoscetemelo questo! Quindi, dovremmo fare un atto notarile a quattro mani: io, i miei genitori, mio nonno e poi la banca per la concessione del mutuo per acquisto. Studiata bene la situazione e una volta capito cosa fare, quali sono i documenti che la banca richiede per stipulare questo benedetto mutuo? Una marea!!!!! 

– Codice fiscale dei richiedenti (in questo caso io e mio marito, anche se la proprietaria dell’immobile saro’ soltanto io, richiederemo entrambi il mutuo alla banca)

– Le ultime tre buste paga di entrambi i richiedenti

– L’ultimo CUD di entrambi i richiedenti

– La visura catastale dell’immobile 

– Le planimetrie dell’immobile (se avete anche il garage o un terreno ci vogliono anche quelle) 

– L’atto di provenienza dell’immobile (nel mio caso l’Atto di acquisto dei miei genitori, il Rogito notarile insomma)

– La SCIA che ho depositato in Comune che mi autorizza a ristrutturare l’immobile

– L’autorizzazione da parte dei miei genitori e di mio nonno ad iniziare i lavori anche se ancora la casa non è di mia proprietà, specificando che lo diventerà a breve

– I preventivi che serviranno al perito per valutare il valore dell’immobile. 

Si perché il mutuo la banca non ve lo concede di certo sulla fiducia. Prima di approvare la vostra richiesta, dovrete presentare tutti i documenti di cui sopra, dopodiché la banca vi manderà un perito, a vostre spese, che valuterà appunto quanto vale l’immobile. Più i lavori sono avanti, più la valutazione sarà alta. Nel mio caso, i preventivi mi servono per dimostrare gli interventi che andremo a fare, e sul quale il perito potrà andare a fare una stima del valore complessivo della casa. Quando il perito farà la sua valutazione, la banca vi concederà fino all’ottanta per cento circa del valore dell’immobile stesso. I tempi di attesa sono di circa una mese, dalla presentazione dei ducumenti all’erogazione del denaro, con un iter come il mio. Tenete conto anche di questo, non avrete subito disponibilità di liquidi, per questo bisogna valutare bene anche tutte le tempistiche del caso.

A quale banca affidarsi? Come fare per guardarsi in giro? Chi vi farà il tasso di interesse più basso? In questo caso non posso darvi dei consigli, sono scelte troppo personali e delicate. Quello che ho fatto io e’ stato farmi dei preventivi on line, basta digitare su Google: “Preventivo Mutuo” e subito troverete parecchi siti che in pochi passaggi vi calcoleranno la rara che le varie banche vi proporranno. Devo dire, in base alla mia esperienza, che i preventivi fatti in rete sono quasi identici a quelli fatti in banca, quindi se volete farvi un’idea precisa di che morte dovete morire informatevi un po’ sui vari siti e poi procedere con le banche. Non fermatevi subito alla vostra, fatevi fare vari preventivi, e poi decidere cosa scegliere e cosa trattare. Se siete clienti da parecchio tempo, la vostra banca vi verrà incontro, piuttosto di perdervi. Ricordatevi che questo sono tempi duri anche per loro, quindi  potete giocarvela un pochino! 

Direi che ho detto tutto almeno credo, spero di essere riuscita a spiegarmi nel modo migliore perché non è affatto semplice. Se anche voi siete nella mia stessa situazione, vi faccio i miei più cari auguri, per dei nervi sempre forti e sani. Io ad arrivare a questo punto ci ho messo due mesi, due mesi di pura burocrazia, e tanti integratori per il cervello! A presto con le news sulla casa!