Il mio #ptit di fine anno… e auguri!

Oggi si conclude, a malincuore direi, l’edizione 2012 di Ptit. Non penso ci sia bisogno di spiegare di che cosa si tratta, ma per tutte le info ecco la pagina dedicata all’evento creato dalla mitica Camilla. Credo che non ci sia mese più azzeccato di dicembre da dedicare a questo piccolo scambio di scatti fotografici, uno al giorno, in particolare per me, perchè è davvero un mese denso di “eventi…” Ecco il mio #Ptit2012 sul mio Instagram e qui sotto ogni scatto commentato brevemente…
 

Logo P’tit: si comincia!!!!

1 dicembre: segnalibri e piccoli feticci legati ad una delle mie passioni di sempre, la lettura.
2 dicembre:una farfalla argentata sta portando l’aria magica del Natale.
3 dicembre:decorazioni natalizie a casa della mia mamma.
4 dicembre: un freddo cane, e il pupazzo di neve che si ripara in casa!
5 dicembre: letterine a Babbo Natale scritte! Andiamo subito a spedirle!!!
6 dicembre: anniversario di matrimonio. 4 anni.
7 dicembre: tiriamo fuori gli addobbi dagli scatoloni…
8 dicembre: … e facciamo l’albero di Natale!
9 dicembre: auguri a mio marito Marco, buon trentanovesimo compleanno!!
10 dicembre: i nostri biglietti personalizzati in preparazione!
11 dicembre: i taccuini di Zelda Was a Writer finalmente a casa mia!
12 dicembre: I love cats!
13 dicembre: momento cioccolata con panna…
14 dicembre: arriva a casa anche il mio regalo di Natale. Il kobo.
15 dicembre: ogni niente fotografie. Dopo aver appreso della strage in Connecticut di ieri, non riesco ad essere felice.
16 dicembre: un pranzo speciale a casa di amici speciali.
17 dicembre: un regalo speciale fatto da un’amica speciale.
18 dicembre: le passioni di mia figlia.
19 dicembre: ghirlanda by night.
20 dicembre: recita scolastica e un albero di Natale fatto con i nomi dei bambini.
21 dicembre: addobbi e dolcetti everywhere!
22 dicembre: planning menù!
23 dicembre: felicità alla stato puro…
24 dicembre: oggi ho cucinato quasi tutto il giorno…
25 dicembre: i libri sono il miglior regalo di sempre.
26 dicembre: pranzo dagli zii.
27 dicembre: i gufetti della mamma.
28 dicembre: il mio micione Attila.
29 dicembre: sorpresina per Marco, crostata con la Nutella!
30 dicembre: ciao Rita!
31 dicembre: il mio primo cupcake. Al lavoro per la cena di questa sera!
 
 
Questo è stato il mio dicembre. E’ stato un mese meraviglioso, in un anno trascorso con le briglia un pò tirate in un momento così difficile per il nostro bel Paese. Avere una figlia però, ti riempie sempre la mente e il cuore di speranza, gioia e aspettative per il domani, ed è questo che auguro a tutti voi per l’anno che verrà, insieme ad una salute di ferro e a tutto ciò che desiderate.
Grazie per essere stati con me quest’anno.
Grazie con tutto il cuore.
 
Ci vediamo il prossimo anno!
 
 
 
 
Annunci

Vigilia: prepariamo le ricette di Natale

 
Vigilia di Natale: pomeriggio a cucinare….
 
Dopo una pianificazione molto attenta… ecco il nostro menù natalizio composto da antipasti più o meno elaborati, e il classico dei classiconi come primo piatto: ravioli con sugo o diavoletti in brodo. Niente secondo, tutti gli anni non ci si arriva a gustarlo, e siccome ho una mamma pasticcera, quest’anno ho voluto godermi il dolce senza essere strapiena di cibo.
 
 
 
 
 
Ecco dunque le ricette cucinate oggi:
 
Insalata russa
(ricetta della Signora Barbara, mamma della mia amica Martina)
 
Ingredienti:
 
2 patate grosse
3 carote
1 scatoletta di tonno
1 manciata di capperi sotto sale
pasta di acciughe q.b.
1 manciata di olive verdi snocciolate
qualche cucchiaio di giardiniera o acetelli
maionese
 
Come fare:
 
Lessare le patate e le carote per 15 minuti dal bollore dell’acqua. Fare raffreddare e tagliarle a tocchettini molto piccoli con un coltello affilato. Porle in una ciotola. Frullare insieme il resto degli ingredienti: tonno, capperi, pasta di acciughe, olive, giardiniera o acetelli che siano e incorporare il tutto alle verdure lessate. Incorporare per bene la maionese e decorare il tutto con gli ingredienti che ci sono rimasti. Non aggiustare di sale perchè ci sono già i capperi e il tonno che danno equilibrio al piatto.
 
 
Caponata Siciliana
(la ricetta qui)
 
Ingredienti:
 
4 grandi melanzane tonde
150 g di olive verdi denocciolate
90 g di capperi sottosale
30 g di uvetta
30 g di pinoli
4 dl di salsa di pomodoro
1 dl di aceto
50-80 g di zucchero (dipende dal tipo di aceto)
1 cipolla
2 coste di sedano
basilico
3 cucchiai di mandorle
pangrattato
olio
sale
 
Come fare:
 
Tagliate le melanzane a cubetti e friggeteli in una padella colma d’olio ben caldo, sgocciolateli con la paletta bucata e asciugateli su carta assorbente da cucina. In un tegamino con il doppio fondo fate caramellare la cipolla tagliata ad anelli sottilissimi con 40 grammi di zucchero. In un pentolino fate scaldare la salsa di pomodoro poi unite l’aceto e il restante zucchero. Sbollentate il sedano e tagliatelo a pezzetti. Sbollentate le olive e tagliuzzatele. Fate ammorbidire l’uvetta in poca acqua calda. Lavate i capperi in una ciotola di acqua e aceto. In una larga padella fate scaldare due cucchiai d’olio e fatevi dorare il sedano con la cipolla caramellata, aggiungete i capperi, le olive, le uvette strizzate, i pinoli e, dopo alcuni minuti, la salsa di pomodoro, il basilico spezzettato a mano, la dadolata di melanzane e fate sobbollire per 15 minuti. Regolate il sale e lo zucchero. Ritirate e trasferite la caponata sul piatto da portata. In un padellino scaldate un filo d’olio, aggiungete il pangrattato, fatelo dorare e poi cospargetelo sulla caponata, completate con le mandorle pelate, tostate e tritate e lasciate raffreddare prima di servire a tavola.
 
Patè di fegatini di pollo alla toscana
(la ricetta qui)
 
Ingredienti: (2 persone)
 
100 g di fegatini di pollo
1/2 cipolla
1 cucchiaino di capperi dissalati
1/2 bicchiere di vin santo
(io ho usato vino bianco da cucina)
Pasta d’acciughe qb
Acqua qb
Sale
Pepe
 
1 “frusta” di pane toscano
1/2 l di brodo di pollo
 
 Come fare:
 
Lavo e asciugo i fegatini.
In un padellino con dell’olio preparo un soffritto con un battuto di cipolla e faccio rosolare i fegatini.
Nel frattempo taglio le fette di pane piuttosto spesse e se sono di pane raffermo le utilizzo così come sono, altrimenti le tosto per evitare che si sfaldino.
A cottura ultimata trito i fegatini finemente e li rimetto in padella con i capperi dissalati e la pasta di acciughe.
Lascio insaporire e aggiungo il vin santo.
Aggiungo sale, pepe e dell’acqua se il pâté risultasse troppo denso.
(Io ho frullato il tutto rendendolo appunto patè).
Bagno nel brodo caldo solo un lato della fetta di pane e la spalmo con abbondante pâté; guarnisco con del rosmarino e un filo d’olio.

 
 

 
Per i gamberi: li ho semplicemente passati in padella con olio, aglio e prezzemolo e sfumati con il vino bianco per pochi minuti. Li ho sgusciati e utilizzati per guarnire le tartine.
 

                                          ————————————————————-

E dopo tutta questa fatica in cucina, mi godo l’albero, l’atmosfera, l’attesa per l’arrivo di Babbo Natale, e questa magica notte…

Auguri a tutti voi.

Felicità!

L’ho portata qui qualche volta… Mi hanno sempre ridato i soldi del biglietto perchè non ci voleva stare. Forse le sembrava di andare ad una specie di asilo nido, e non voleva che la lasciassi lì, o forse aveva paura degli altri bimbi, di quelli più impetuosi magari… Forse, non so… Ma ora è cresciuta e si vede. Oggi ho visto nei suoi occhi una felicità enorme, felicità nello sperimentare cose nuove e scoprire diverse forme di aggregazione.
E’ stato bellissimo vederla così…
Questa giornata mi rende sempre più convinta che il fare sperimentare oggetti, posti, situazioni nuove ai nostri bimbi è fondamentale per la loro crescita, anche se a volte non ne abbiamo voglia perchè siamo stanchi o impegnati in mille altre cose, bisogna assolutamente trovare il tempo di farlo, perchè ne vale assolutamente la pena…..
 
Qualche fotografia….
 

Biglietti di Natale personalizzati

 
Il Natale si avvicina ed il tempo è sempre poco… Noi siamo immersi nella frenesia dei preparativi, delle feste, dei pranzi e dell’arrivo di Babbo Natale e, naturalmente dei regali. Come l’anno scorso, anche quest’anno, abbiamo deciso di personalizzare tutti i nostri pacchettini con qualche cosa di home made. Abbiamo realizzato dei biglietti personalizzati…
Questi bigliettini sono composti da 1)una fotografia di mia figlia, abbellita con una cornice natalizia fatta a pc, stampata e plastificata, 2) un bigliettino di carta (stampato su un foglio unico di cartoncino “bristol” in tante copie, poi tagliato e rifilato a dovere)con uno dei tanti meravigliosi biglietti di Natale che si possono trovare on line (nel mio caso ho perso la fonte, ma prometto di recuperarla e inserirla qui!!!). Il bigliettino è stato personalizzato con i nomi dei destinatari timbrati con i timbri acquistati da Mondo Fai da Te. 3) Una piccola pallina color oro e 4) un nastrino. In questo modo il biglietto diventa una pallina di Natale da appendere all’albero.
Spero vi piacciano!!! E viva l’hand made!!!!
 
 
 
 



 

#leaveamessage 2012: ci siamo????

Ci siamo ci siamo! Dopo il successo dello scorso anno, Wonder ripete questa fantastica iniziativa, quest’anno con un valore aggiunto: aiutare l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. Che cosa aspettiamo allora? Niente, solo la data: il 14 dicembre affiliamo tutti le punte delle nostre matite e sbizzarriamoci a spargere in giro un pò di felicità. Vi assicuro, è molto molto divertente…
 
 
 
Le istruzioni complete, dove potete scaricare i bigliettini per “colpire” le trovate sul blog di Wonder, Ma che davvero? proprio QUI. Accorrete tuttiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!
 

Happy bday Marco!

Per il compleanno numero 39, mio marito ha voluto la classica crostata, non essendo un grandissimo amante di dolci, eccetto che per questa delizia di pasta frolla. Già, la pasta frolla….Se c’è una cosa che non mi piace fare è proprio la pasta frolla, non so il perchè, ma non mi piace per niente… e, è una legge non scritta, tutte le cose che si fanno controvoglia non vengono mai bene. Ma con un pò di buona volontà e dopo svariati tentativi e mille piccole varianti sugli ingredienti, finalmente sto incominciando a diventare amica di questo magico impasto… Ecco la mia ricetta per questa torta! Ah, dimenticavo, auguri ammmmore!!!!
 
Crostata alla confettura di lamponi
 
Per la pasta frolla:
250 gr. di farina
150 gr. di zucchero
150 gr. di burro
2 uova
1 scorza di limone grattugiato
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di lievito (lievito??? ma sei pazza??? si, lievito!!!)
 
1 barattolo di marmellata di lamponi (o quella che più piace)
1 spolverata di zucchero a velo
 
——————————————————————–
 
Alloraaaaaaaaaa!!! Io l’impasto lo faccio fare alla macchina del pane (funzione solo impasto naturalmente). L’ordine con cui “infilo” gli ingredienti è: zucchero, burro, uova, sale, IMPASTO, farina, scorza, lievito e IMPASTO. Poi, aggiungo farina fino a che la consistenza della pasta non mi soddisfa. (Continuo con IMPASTO!!!!) In realtà sono più di 250 gr., ma non vi saprei dire esattamente quanto peso di farina perchè vado ad occhio…
Stendo subito la pasta frolla (ecco perchè uso il lievito), in una tortiera a cerniera, e ricopro con tutto il barattolo di marmellata. Ho decorato la torta stendendo un pò di pasta con il mattarello e ritagliandola con delle formine per biscotti o altro (per esempio per fare le lettere ed i numeri ho usato le formine del Didò di Giorgia!!!). Inforno a forno caldo per 40 minuti circa a 180°C. Una spolverata di zucchero a velo e la crostata è fatta!
 
Gnam gnam!!!

Scaldacollo

Sferruzzando sferruzzando… ecco il mio scaldacollo finito! Scusate per i colori, è sempre lo stesso ma mi sono divertita a giocare con i filtri del mio Instagram. Comunque le tonalità originali sono quelle dell’ultima foto, un azzurro/blu secondo me meraviglioso! I fiorellini sono grigi, fatti all’uncinetto e cuciti alla lana con bottoni di diverso tipo.
Giusto pronto per l’arrivo del freddo!